Perchè acquistare telefoni usati?

DiCristiano Silenzi 0 commenti

L’impatto dei cellulari nella nostra vita, dalla loro prima apparizione nel 2007, ha modificato in maniera significativa le nostre abitudini. Ma se ci fermiamo un attimo a pensare all’ambiente, ci rendiamo conto che il cambiamento più significativo è stato per il nostro pianeta. E non in meglio.

 

Il risparmio nell’acquisto di un telefono usato non è solamente in termini economici per l’utente. Acquistare uno smartphone usato, in maniera più ampia, significa togliere dall’ambiente un prodotto che provoca gravi danni. Se vi chiedete quali problemi potrebbe dare una piccola scatolina di plastica sappiate che al suo interno ci sono fino a 60 tipi di metalli diversi, alcuni di difficile smaltimento.

 

Quali metalli ci sono in uno smartphone?

Si tratta nello specifico di rame, ferro, argento, oro, palladio, terre rare (Praseodimio, Neodimio, Cerio, Lantanio, Samario, Terbio, Disprosio) e altri elementi preziosi contenuti in piccolissime quantità, come cadmio, cobalto, rutenio (i cosiddetti metalli preziosi).
I metalli preziosi vengono estratti da miniere nei Paesi del Terzo Mondo in condizioni lavorative disumane, spesso causa anche di conflitti armati per il loro controllo che durano da decenni.

 

Quanti cellulari circolano nel mondo?

E’ stato stimanto ci siano circa 6 miliardi di persone in possesso in questo momento, di almeno un dispositivo, la cui vita media si aggira dai 2 ai 4 anni circa. E che il primo iPhone prodotto da Apple, è apparso nel 2007, 13 anni fa. Numeri impressionanti.
Milioni di tonnellate di rifiuti elettronici difficili da smaltire.

 

Quanta energia occorre per la produzione di smartphone?

Si calcola che la sola produzione di una tale quantità di telefonini in oltre 10 anni, sia costata più dell’impiego del fabbisogno energetico annuo di un Paese come l’India.
Un grande danno per il nostro pianeta e un costante aumento di energia richiesta, energia che viene prodotta anche da fonti non rinnovabili e non sostenibili, come quelle del carbone.

 

Il riciclo: un’opportunità di risparmio

Mancano meno di 2 mesi alla fine di questo 2020 e sembra che le consegne mondiali di smartphone raggiungeranno quota 250 milioni. Un incremento di oltre il 1.200% rispetto allo scorso anno.
Il che significa anche mettere in circolo una quantità enorme di prodotti che impattano sull’ambiente. Stiamo viaggiando a ritmi impressionanti. Ritmi che il nostro Pianeta faticherà sempre di più a sostenere.
Cosa possiamo fare quindi, per evitare che l’impatto di questa economia sfrenata ci si ripercuota contro? Da consumatori possiamo fare in modo che vengano prodotti meno esemplari, rimettendo in circolo quelli che ci sono già. Il “riciclo” è alla base della mission di Riciclone. Sistemi come la permuta aiutano nell’acquisto di telefoni usati, con la garanzia di prodotti sicuri ed affidabili.


Il nostro portafoglio e Madre Natura, ringraziano.

Login